Oggi vi vogliamo parlare dell’importanza dei dati, nel settore immobiliare e aziendale, poiché tutti i mercati sono diventati altamente competitivi e di conseguenza è importante  avere alle spalle un professionista TOP.

 

Eh sì, serve un vero professionista, che sappia guidare un team di esperti in S.A.I.D. (Sistema di Analisi Innovativa Dati), in grado di analizzarli in profondità, ed estrarre le strategie vincenti per il vostro obiettivo.

 

Come esempio prendiamo il mondo della Formula 1, è un mondo altamente competitivo dove il margine tra i primi tre piloti che hanno il potenziale per poter ambire a salire sul podio si attesta con una variante in percentuale tra loro di solo 0,30%.

 

Questo significa che la competizione è ai massimi livelli e la vittoria è racchiusa in uno spazio ridottissimo. Il mercato immobiliare e quello delle cessioni e/o vendita d’aziende non fa eccezioni, se veramente si vuole vincere.

 

Adesso ovviamente voi dite, ma che scoperta lo sappiamo che oggi i mercati sono competitivi !  Si certo, ma non basta sapere che la competizione è ai massimi livelli, bisogna prenderne coscienza, abbiamo deciso di scrivere questo post perché ancora ci stupiamo come in questi settori i dati vengono analizzati in modo grossolano e addirittura in alcuni casi non si analizzano nemmeno, ci si affida solo ai portali, affidando il risultato a loro.

 

Questa è la vera differenza tra chi vince, (e quindi festeggia) o chi perde (e invece argomenta). Pare che analizzare i dati e sapergli dare la giusta lettura sia una sorta di perdita di tempo, o un’attività che sarebbe interessante, ma solo quando si ha un attimo di tempo. La maggior parte pensa :  non analizzo adesso i dati perché devo vendere.

 

Ma la riflessione è :  se non hai tempo per analizzare i dati, allora saranno i dati che analizzeranno te e molto probabilmente non ti faranno vendere, perché leggeranno gli spazi della tua non competitività e sarai costretto ad inseguire i top players, che invece venderanno.

 

“E’ meglio essere inseguiti che inseguire”. Per apprendere il gap da colmare è sempre meglio leggere i dati sotto forma grafica, oppure in termini percentuali. A puro titolo di esempio indichiamo il grafico tra i 3 piloti aspiranti alla vittoria di un Gran Premio di F1. Noterete subito che lo spazio è ridottissimo e di conseguenza vi porta immediatamente alla mente, che anche la scelta più insignificante può determinare la vittoria.

 

 

L’Agente professionista è colui che dedica grande attenzione alle foto da pubblicare, analizzando ogni singolo aspetto, a volte per scegliere una foto ci si impiega anche 4/5 ore. Oppure per elaborare delle cover presentation, vengono chiamati in causa diverse figure quali grafici, pubblicitari, esperti del colore, professionisti dei processi visiopercettivi,  etc.

 

Non bisogna tralasciare nessun dettaglio, poiché tutti questi dati ti permettono di conseguire la vittoria.  E’ importate anche saper instaurare una buona collaborazione nella triangolazione tra il cliente venditore, l’agente ed  cliente compratore, sapendo dosare le informazioni ed il materiale editoriale in modo altamente calibrato.

 

Non necessariamente bisogna rovesciare decine di informazioni al potenziale cliente, pensando che così facendo abbiamo detto tutto ed aumentiamo la possibilità di vendita, a volte è esattamente il contrario. Non è quanto dico, ma come lo dico, che fa la differenza.

 

Anche per le motivazioni sopra esposte, è importante che il proprietario dell’immobile o dell’azienda, sia  collaborativo nel metterci in condizioni di realizzare delle foto che possano esprimere il massimo potenziale.  Non ha senso pubblicare foto dove la struttura risulta in disordine, magari fatte con poca cura generale, oppure di fretta.

 

Tra i 4 elementi più importanti le foto sono il primo elemento potenziale, per generare un contatto tra venditore e l’agente.  (1-Foto; 2-prezzo; 3-descrizione; 4-location). Pubblicare delle foto poco curate, si dice in gergo che “si sporca il dato” e  lascia ampi spazi ai vostri competitor.