CODICE ETICO E DI CONDOTTA PROFESSIONALE DEGLI ASSOCIATI ALLA VETRINA DELLE PROFESSIONI.

Il codice etico della Vetrina delle Professioni,( in seguito Network ) detto anche codice di condotta, è un documento contenente una serie di regole sociali e morali  alle quali tutti i membri del Network  devono attenersi.

È la carta dei diritti e dei doveri fondamentali dove vengono definite le responsabilità etico-sociali (sia verso l’interno, che verso l’esterno) del Network e i valori che abbraccia.

Il suo scopo è quello di ricordare, a tutti e sempre, lo spirito che anima il Network e il motivo per il quale è stato creato:

  1. Etica nel condurre la propria attività e nei rapporti con i colleghi;
  2. Partnership con i colleghi al fine di aiutarsi per il raggiungimento dei propri obiettivi professionali;
  3. Innovazione nel modo di condurre la propria attività per differenziarsi dalla concorrenza;
  4. Crescita  sia come professionista che come persona;
  5. Integrità morale nel condurre il  proprio Business e nelle relazioni con i colleghi;
  6. Onestà nel condurre le transazioni economiche e nei rapporti interpersonali.

 

A. NORME GENERALI.

  1. L’associato dichiara di non aver subito condanne penali e di non essere sottoposto a restrizioni giudiziarie.
  2. L’associato dichiara di non praticare- nella condotta della propria attività professionale- nei confronti dei propri collaboratori/clienti/colleghi, atti che possano offendere la dignità personale, quali:

2.a.  discriminazioni  su base razziale, sessuale, e/o di genere.

  1. L’associato dichiara di rispettare- nell’espletamento della propria attività professionale- le norme vigenti a tutela dell’ambiente.

 

B. NORME INERENTI L’ATTIVITA DI NETWORKING ALL’INTERNO DELLA VETRINA DELLE PROFESSIONI.

  1. L’associato si impegna ad essere corretto nei confronti dei colleghi networkers e dei clienti oggetto di referenza;
  2. L’associato si impegna a partecipare ai meeting organizzati dal Network e di creare un clima di fiducia nei confronti del colleghi networkers;
  3. L’associato si impegnerà a creare un clima positivo e collaborativo con i colleghi networker al fine di sviluppare business .
  4. L’associato si impegna a non chiedere provvigioni ai colleghi dei  club che formano la Vetrina, a fronte di referenze  date.

 

Il non rispetto- da parte del Networker-  delle norme elecate ai punti A e al punto B, danno diritto alla Vetrina delle Professioni, nella persona del Titolare Stefano Staderoli,  a  diffidarlo a continuare nel modus operandi ritenuto non  rispettoso delle norme di condotta; se a seguito della diffida, non si dovesse verificare nessun cambiamento finalizzato al rispetto del codice etico, all”Iscritto  verrà  notificato la sua sospensione  permanente da tutti i Club della Vetrina e nessuna somma gli verrà restituita.