Un Network è una comunità e come tutte le comunità ha bisogno che gli iscritti rispettino Regole chiare onde evitare che perda credibilità, autorevolezza agli occhi del mercato che sempre più è fatto di clienti , si molto esigenti ma anche molto informati.

Ecco quindi il primo step da superare quando si vuole dare vita ad un Network di Imprenditori e Liberi professionisti: verificare che è disposto a rispettare le regole che il Network si è dato per poter diventare un attore economico ben visto dal proprio target marketing.

A parole, mettere in pratica quanto sopra citato, è facile, il difficile arriva quando bisogna valutare le performance dei vari membri e qui , oso dire: ” casca l’asino ” in quanto non sempre è facile per chi sta al vertice della struttura fare questo; diventa quindi essenziale valutare l’atteggiamento, il comportamento e la comunicazione del membro al fine di dedurne la personalità e al tempo stesso ascoltare attentamente coloro che hanno avuto a che fare con il soggetto sotto valutazione.


In realtà cosa succede? I membri che si candidano a diventare del Networker vengono valutati solo per i contatti che mettono a disposizioni, per la loro attività se o no già presente, per le referenze che danno ma quasi mai per la qualità delle loro Performance e obiettivi professionali, i quali producendo un effetto moltiplicatore,
l’ esito finale sarà positivo se le performance sono positive, negative in caso contrario.
Oggigiorno purtroppo troppi falsi Networker si avventurano nel Networking senza sapere che per avere successo non bisogna mai dimenticare l’assioma di Seneca: ” non c’è vento favorevole per un marinaio che non sa dove andare” .

Stefano Staderoli

Titolare Copying Broker
info@copyingbroker.it
www.fotocopiatrici.biz